Qual è il significato della parola “ph” e perché è così importante per la salute? Per pH si intende una scala grazie alla quale è possibile misurare l’acidità; il termine risale agli inizi del 1900 ed è collegato al Chimico Soren Sorensen. La traduzione dal tedesco significa Potenz Hydrogen, ovvero potenza dell’idrogeno.
La p (operatore), rappresenta due operazioni da applicare alla concentrazione idrogenionica (H+) in una soluzione acquosa. Il pH ha dei valori che vanno da 0 (molto acido) fino a un massimo di 14.14 (molto alcalino). Ad esempio l’acqua pura ha un pH di 7,07, mentre la frutta ha un pH generalmente acido, così come è molto acido l’ambiente gastrico che oscilla da 1 a 1,6.

Gli ambienti troppo alcalini permettono e favoriscono la moltiplicazione batterica, ecco perché è importante conoscere il pH degli alimenti poiché ciascuno di essi può favorire una reazione acida (vedi la frutta) oppure alcalina, con conseguente neutralizzazione degli acidi.
Tutti gli alimenti hanno una particolare e specifica composizione chimica e un determinato grado di acidità. Quest’ultimo aspetto è molto importante per lo sviluppo dei microrganismi; infatti, negli alimenti con un pH inferiore a 4,5 i microrganismi sporigeni non si sviluppano, mentre se il valore va oltre il 4,5 lo sviluppo e la moltiplicazione di tali germi è favorita. Un alimento acido, scatena una reazione chimica in base alla quale ne consegue una sottrazione di sali minerali all’organismo, al contrario un alimento alcalino tende a non sottrarre sali minerali fungendo da bilancia. Da ciò deriva che una corretta alimentazione non dovrebbe eccedere né in soli cibi acidi e nemmeno in cibi prettamente alcalini, ma trovare il giusto equilibrio di entrambi. Questo si riflette anche in un equilibrio a livello ematico in cui la situazione di bilanciamento si ha quando il sangue è basico-alcalino.

FONTE:www.benessere.com

Quali sono i cibi Alcalini?

Verdura Verde di stagione: insalata, fagiolini, cavoli, zucchine, sedani, finocchi, broccoli

Verdura Colorata di stagione: carote, barbabietole, zucche

Patate

Mais

Bevanda di cereali tostati o tisane

Mandorle

Erbe aromatiche

Castagne